Radici al futuro

Il teatro e lo spettacolo sono protagonisti di dieci domeniche nei quartieri di Varese.

La rassegna prevede la messa in scena di opere originali “site specific”, nate dalla riscoperta di spazi con l’intento di valorizzarli, ed è in partenariato con il Comune di Varese, con il contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto. Il progetto vuole ricercare nuovi spazi relazionandosi con l’ambiente, con nature dimenticate, dando loro un valore culturale e sociale attraverso nuove drammaturgie intese a far crescere, con i luoghi, anche il desiderio nelle persone di incontrarsi. Il teatro si contamina con l’ambiente, per diventare un mezzo di valorizzazione del territorio e per cercare un pubblico nuovo con lo scopo di far crescere la comunità sollecitando la curiosità culturale, la partecipazione e l’interesse verso la propria terra e verso anche esperienze diverse e lontane. Teatro natura, quindi, ma anche teatro civico perché nei quartieri si incontrano i paesaggi, ma anche la gente con il suo passato e la sua quotidianità perché l’ambiente racconta anche di chi ci vive.

Informazioni e prenotazione al 327 77 65 235
da lunedì a sabato dalle 18,00 alle 21,00 o scrivendo a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Domenica 4 Luglio ore 17,30 - Borgo della Rasa centro sportivo dell’oratorio

Jane Bowie con Riccardo Trovato presentano “Fluire”
Un misterioso guerriero nel bosco e un signore che ha incanalato l’Olona: sono due strampalati personaggi che vi condurranno lungo la storia di questo borgo.

Domenica 11 Luglio ore 21,00 - Circolo di Bizzozzero

Verba Manent presenta “Non è per uomini” con Marina de Juli
La fabbrica di Bizzozero che più di altre è radicata nel quartiere viene raccontata attraverso la storia di una donna: la sua emigrazione da una terra contadina e povera come la bergamasca, un padre padrone, un madre ironica e un nonno analfabeta, ma filosofo nell’anima. L’incontro con la Varese industriale della fine degli anni 60, il suo smarrimento, le lotte, le speranze, le canzoni.
Domenica 18 Luglio ore 17,30 - Torre di Velate

Domenica 18 Luglio ore 17,30 - Torre di Velate

Teatro in Drao presenta “Genius Loci” con Clarissa Pari e Michele Todisco
Lo spirito del luogo ha una memoria e tanti racconti di uomini e donne che lo hanno vissuto. Dopo averli ascoltati quel luogo non ti sembrerà più lo stesso e lo vedrai con altri occhi.

Domenica 25 Luglio ore 17,30 - Villaggio Cagnola alla Rasa

Artisti vari presentano “Dove nasce il fiume”
C’è sempre un luogo dove coltivare i sogni, un’utopia. L’esperienza del Villaggio Cagnola è uno di quelli.

Domenica 1 Agosto ore 17,30 - Chiesa di San Cassiano, Avigno

Coopuf presenta “Cassiano e l’insegnante stanco”
Uno strano personaggio passeggia per i boschi di Varese. A un certo punto si ferma di fronte alla Chiesa di San Cassiano. E inizierà una storia misteriosa.

Domenica 8 Agosto ore 17,30 Bregazzana

Verba Manent presenta “Buffoni e cantastorie” con Marina de Juli Buffoni di strada e storie di cortile s’incontrano per narrare un mondo antico che prende vita e ci fa capire le nostre origini.

Domenica 22 Agosto ore 17,30 - Giardino della Memoria Sacro Monte

Instabile Quick presenta “Foto che fioriscono”
Molti confondono la memoria con la storia. Agli artisti interessa la memoria, le cicatrici che la storia lascia nell’anima degli uomini, l’emozione che genera.

Domenica 29 Agosto ore 17,30 - Bosto, Collina degli Ulivi

Artisti Vari presentano “La collina degli ulivi”
Un uomo compie un gesto antico come piantare un seme, e il frutto di quel seme genera una storia incredibile.

Sabato 4 Settembre ore 16,00 San Fermo rione Penasca via Oslavia 4

Instabile Quick presenta “Piazze rumori e pentole”
I cortili si riempiono di bellezza e di storie, con la musica e il teatro.

Domenica 12 Settembre ore 20,30 - Biumo Inferiore, Parchetto Calogero Marrone

Artisti Vari presentano “Un uomo semplice, Calogero Marrone”
Una persona che ha compiuto con semplicità gesti talmente enormi da lasciarne una traccia indelebile. Questa è la storia di Calogero Marrone.